Tags

No tags :(

inter club Manocalzati04/06/2005 ecco la fatidica data. Tutto ebbe inizio al ritorno della trasferta regionale del 2005, organizzata dall’infaticabile Adriana De Leva.  In quel torpedone, due di noi si  guardarono in faccia e dissero perché no?

Eh già, un Inter Club tutto nostro, nel piccolo paese Irpino, nella nostra amata terra da sempre fedele ai colori nerazzurri. Ci attivammo subito nonostante le tante difficoltà incontrate per la costituzione. Il parto per la verità fu molto doloroso, ma oggi, a distanza di tempo, mi piace ricordare quei giorni come un atto d’amore prima per il nostro paese e poi per la nostra grande squadra. In quel pullman io ed il mio compare, Giuseppe, insieme ad altri appassionati ponemmo le basi per la costituzione dell’Inter Club Manocalzati (anche con i consigli degli amici Gianni e Carmine e dell’affettuosa Carmelina ). Si giunse così al  4/6/2005, a Manocalzati, a casa di mia madre, intorno ad un tavolo, tutti noi emozionati, soddisfatti, entusiasti mettemmo nero su bianco: il nostro sogno si era realizzato. L’emozione di essere un piccolo inter club in un piccolo paese dell’irpinia fu davvero unica.

Non si può dire che la nascita del nuovo club nerazzurro abbia portato male ai nostri colori infatti nonostante fosse piccolo, l’I.C. Manocalzati, dall’atto della costituzione, ha sempre accompagnato ogni anno l’F.C. Internazionale a grandiosi e storici successi. Come  dimenticare il prestigioso Triplete e la finale di Champions League a Madrid alla quale c’erano presenti un folto gruppo di Manocalzatesi?

Sin dalla nascita ci eravamo promessi di essere presenti ad ogni iniziativa organizzata sia dagli altri club che dal Centro Coordinamento Campano. Non sempre ci siamo riusciti ma quando abbiamo avuto la possibilità di farlo di sicuro abbiamo ben figurato. Ricordo con gioia e immenso piacere quando il 26/03/2006 raggiungemmo Bellizzi (Sa)  in pullman  per condurre  i nostri ragazzi al 6° raduno Junior degli Inter Club Campani e l’anno successivo approdammo a Casoria per la stessa manifestazione. Che giornate emozionanti, quanto divertimento, ma non poteva essere diversamente quando al timone dell’organizzazione figurava Lei (Adriana) ed il mitico Vittozzi (Emilio il grande). Lo sport non è solo competizione, agonismo; vivere la vita di club vuol dire anche aggregazione, confronto, rispetto. 

Una delle date più importanti dell’I.C. Manocalzati fu quella di  venerdì 15 dicembre 2006: la piccola associazione nerazzurra festeggia il suo primo compleanno. Ancora oggi mi commuovo nel ricordare quella giornata che fu ricca di grandi emozioni anche grazie alla presenza di tanta gente iscritta e non, informata dell’evento attraverso i giornali e le emittenti televisive locali. Quel giorno fu l’occasione buona per discutere, attraverso un incontro-dibattito, di un tema molto caldo, ancora oggi, nel mondo dello sport: “L’Associazionismo Sportivo democratico e tifo nell’attuale società“. A presenziare la manifestazione  non poteva mancare l’irriducibile  Emilio, che ancora oggi ringrazio per l’affetto che sin da subito ci ha manifestato, ma soprattutto il sacerdote Don Tonino Palmese dell’Associazione “Libera“. Trascorremmo una  serata fantastica e quella fu anche l’occasione per far conoscere ad Adriana e a Lello il nostro paese unico ed indipendente di fede nerazzurra. Insomma noi siamo felici di esserci, di difendere i colori nerazzurri e accompagnare i nostri beniamini verso il successo. Come dimenticare la nostra presenza al ritiro pre-campionato dei Nerazzurri a Riscone di Brunico nell’estate 2007, le nostre trasferte all’insegna  dell’amicizia e dell’amore per la nostra squadra del cuore, le  attese per un autografo davanti alla Pinetina, le delusioni quando non ci consentivano di assistere agli allenamenti, la consolazione del giornalista di Sky, Massimiliano Nebuloni, che quella volta nel maggio 2011 alla vigilia di Inter-Fiorentina  ci ospitò in un collegamento televisivo davanti al centro sportivo della Pinetina ad Appiano Gentile.

L’Inter è imprescindibile nelle nostre vite,  ci unisce,  ci fa crescere  e spesso anche soffrire ma la fede non va mai tradita. 

Ho conosciuto tanti amici in questi anni, con alcuni di loro ho intrecciato un rapporto che va al di là del tifo, uno di questi, al quale sono molto legato, è Alfredo De Girolamo, il Coordinatore Provinciale: una persona perbene, attenta scrupolosa sempre disponibile al quale voglio un gran bene. Importante per tutti noi soci è la nostra coordinatrice, Adriana De Leva, verso cui nutro tanto affetto e di conseguenza anche grande  rispetto per il ruolo che ricopre; per non parlare poi di Lello (il bersagliere) affabile lavoratore sempre con un sorriso sulle labbra. Cosa dire poi di Pasquale Morra, della sua passione, della sua scrupolosa ed attenta precisione per ogni particolare.

Una particolare menzione va al mio caro amico Montellese Maurizio che per strani motivi pur scomparendo dalla vita di club non ha attutito la sua passione, ci sono molto legato per aver condiviso con me gli inizi tormentati dei nostri due Inter Club. 

Un saluto affettuoso va,  in conclusione, a tutti coloro che  continuano a tifare Inter in quello strato del cielo che con il calar delle tenebre passa dall’azzurro al nero,  ed è bello quando guardando il cielo stellato li sentiamo più vicini, come se accompagnati dal  vento fischiettassero insieme a noi  la nostra pazza Inter.

Grazie dell’affetto che ci avete manifestato in tutti questi anni.

L’appuntamento è al 10° compleanno……

Sabino Imparato
Presidente Inter Club Manocalzati